Gli articoli di Easywork Italia

EasyWork per la sicurezza sul lavoro

L’uso prolungato dei telefoni mobili, può causare malattie professionali?

La Corte di Cassazione ha di recente rigettato il ricorso fatto dall’INAIL verso la sentenza pronunciata dalla Corte di Appello di Brescia, che ha accolto il ricorso di un lavoratore colpito da una grave patologia cerebrale insorta dopo l’utilizzo prolungato del cellulare (5-6 ore al giorno per di più di 10 anni).

La Corte ha affermato che, in un settore ancora così poco conosciuto dal punto di vista medico come quello dell’esposizione ai campi elettromagnetici derivanti dall’utilizzo di telefoni cellulari, è sufficiente avere un “elevato grado di probabilità” e non necessariamente una “ragionevole certezza” per valutare la patologia riscontrata come malattia professionale.

E’ stato infatti documentato che l’esposizione per più di 10 anni a radiofrequenze emesse da telefoni portatili e cellulari può rappresentare un rischio aggiuntivo per i tumori cerebrali, e tanto è bastato alla Corte per rigettare il ricorso dell’INAIL.