Gli articoli di Easywork Italia

EasyWork per la sicurezza sul lavoro

Contagio da Coronavirus: può essere considerato infortunio sul lavoro?

L’INAIL, in una nota del 17 marzo scorso, ha chiarito un aspetto fondamentale in ambito sicurezza sul lavoro per tutti gli operatori delle strutture sanitarie che stanno lavorando per affrontare l’emergenza Coronavirus: i contagi da COVID-19 di medici, infermieri e operatori del Sistema Sanitario (dipendenti di strutture sia pubbliche che private), possono e devono essere considerati infortunio sul lavoro.

Risulta chiaro come l’infezione da nuovo Coronavirus sia, in questi casi, facilmente riconducibile alla mansione svolta e conseguenza diretta dell’esposizione ad uno specifico rischio professionale.

La copertura INAIL viene estesa anche a tutte le conseguenze dell’infortunio, coprendo quindi anche l’astensione dall’attività lavorativa per cause di forza maggiore come la quarantena e l’isolamento domiciliare.

Si deve fare però una precisazione: il diritto all’indennità in caso di quarantena è dovuto soltanto se quest’ultima è conseguenza diretta dell’aver contratto la malattia, e non al solo scopo sanitario.

Inoltre, i casi di contagio da Covid-19 avvenuti durante il tragitto verso il posto di lavoro e viceversa possono essere considerati infortunio in itinere. In tutti i casi citati rimane responsabilità del datore di lavoro provvedere alla denuncia presso l’INAIL. Potete trovare il testo della nota in versione integrale e tutte le informazioni necessarie sul sito www.inail.it nella sezione news ed eventi.